Tu sei qui

PARALLELKNOPPIX

ParallelKnoppix è lo strumento più facile e veloce per creare un cluster HPC (High Performance Computing - Calcolo ad elevate prestazioni). L'idea alla base di un cluster è quella di unire le forze di più computer interconnettendoli in rete facendone un'unica macchina con tante CPU quante sono quelle dei computer aggregati. Il risultato è un'incremento notevole delle prestazioni.

ParallelKnoppix è disegnato per essere facile da usare, ma anche adattabile a lavori seri. Con ParallelKnoppix puoi concentrarti maggiormente sulle problematiche che non con altre soluzioni, semplicemente perchè non dovrai pensare nè alla installazione nè alla amministrazione (è una distribuzione live).
ParallelKnoppix è una distribuzione del sistema operativo Linux, su liveCD, dedicata espressamente al calcolo parallelo e distribuito con paradigma MPI (Message Passing Interface - Interfaccia a scambio di messaggi). Ha di base al suo interno le librerie Open MPI, LAM-MPI e MPICH. E' anche inclusa PVM (Parallel Virtal Machine). Puoi convertire una stanza piena di macchine Windows in un cluster Linux, e alla chiusura della sessione le tue macchine si troveranno con il sistema operativo Windows intatto, nello stesso stato in cui erano prima. I computer di un cluster possono essere di natura omogenea o eterogenea.

Occorrono 5 minuti per avviare un cluster, se le macchine hanno schede di rete PXE. ParallelKnoppix supporta cluster fino a 200 macchine. Un cluster creato con ParallelKnoppix è temporaneo e per usarlo ancora occorre ricrearlo. Il cluster creato con ParallelKnoppix è a singolo utente; se occorre un cluster permanente e multiutente, occorre rivolgersi ad altre soluzioni, come ROCKS e Warewulf. ParallelKnoppix inoltre, fornisce un ambiente comodo e user-friendly per imparare il calcolo parallelo.             

Segui il progetto nel sito dedicato.

Tags: 


CONVEGNI

Intercomparazione internazionale misurazione concentrazione gas radon

L'Associazione Culturale "Rottanuova" ONLUS, in collaborazione con l'Università Europea di Roma, partecipa all'intercomparazione internazionale sulla misurazione della concentrazione del gas radon organizzato dall'Università della Cantabria, iniziativa che ha trovato il suo incipit a Saelices el Chico (Salamanca, Spagna) nei giorni dal 23 al 27 maggio 2011.

IL GIORNALE

10 febbraio in Campidoglio - Roma

Anche quest’anno abbiamo commemorato i martiri delle foibe, abbiamo ricordato l’esodo dei  350.000 giuliani, fiumani e dalmati, ci siamo commossi alle testimonianze di alcuni nostri “veci” che con voce commossa, hanno testimoniato la loro esperienza drammatica, familiare, d’innanzi ad un folto numero di pseudo politici-amministratori, di molti svogliati-studenti, qualche giornalista in cerca di scoop, cineoperatori con tanto di macchina da ripresa il più delle volte senza  la pellicola interna.

PROGETTI CHE SOSTENIAMO

Presentato il progetto: “Europa In Tavola”

PROGETTO EUROPA IN TAVOLA  
Rottanuova propone un progetto con una duplice finalità: formazione sul campo e creazione di nuovi posti di lavoro.
I proventi sulle vendite di questi oggetti saranno assegnati interamente allo sviluppo del progetto che Rottanuova con risolutezza persegue: la progettazione e la realizzazione di strutture che riescano ad autofinanziarsi, generando, così, nuova occupazione.
 

Europa in tavola

 

Pagine