Tu sei qui

Esuli e Codici Fiscali

 

Tra le attività di carattere storico, la verità sulle foibe, la storia dell'esodo sono elementi determinati nell'ambito associativo svolto; ma tra gli iscritti alla nostra associazione, molti esuli provenienti da Fiume, Istria e Dalmazia, ci richiedono la soluzione del “mai risolto” problema legato ai codici fiscali errati, incompleti o del mancato aggiornamento dei database delle società di servizi.

Per questo motivo, dopo le celebrazioni del 10 febbraio u.s., su sollecitazione dei nostri iscritti che a tutt’oggi subiscono l'infamia di essere inquadrati come "apolidi" da tutte le autorità a cui si rivolgono negli ambiti sanitari e non solo, abbiamo scelto di riprendere la battaglia contro questa ignominia che si trascina dal lontano 1989, quando lo stato Italiano dimenticò i 136 comuni dell'Istria, Fiume e della Dalmazia e automaticamente i relativi residenti, che tra il 1920 e il 1947 da quel momento risultano apolidi o meglio “abusivi”.

Al momento di pagare il ticket sanitario o di rivolgersi alle forze dell’ordine per una semplice denuncia (per fare un esempio), vengono messi in discussione come cittadini italiani, perché il sistema meccanografico, non aggiornato, non li riconosce.

Quindi, una beffa: quei cittadini che per il desiderio di restare italiani hanno subito il dolore dell'abbandono della propria casa, delle proprie terre, a distanza di 28 anni si ritrovano "apolidi" in patria.

Il nostro impegno prende forma oggi, con l’invito dell’Associazione Rottanuova e di alcuni nostri soci al programma televisivo “Mi manda Raitre” (Clicca qui per vedere il video).

Dal pomeriggio di giovedì 3 aprile, sarà disponibile a questo link una replica della trasmissione.

Questo è il nostro link a Facebook:
https://www.facebook.com/Rottanuova

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 



CONVEGNI

Intercomparazione internazionale misurazione concentrazione gas radon

L'Associazione Culturale "Rottanuova" ONLUS, in collaborazione con l'Università Europea di Roma, partecipa all'intercomparazione internazionale sulla misurazione della concentrazione del gas radon organizzato dall'Università della Cantabria, iniziativa che ha trovato il suo incipit a Saelices el Chico (Salamanca, Spagna) nei giorni dal 23 al 27 maggio 2011.

IL GIORNALE

10 febbraio in Campidoglio - Roma

Anche quest’anno abbiamo commemorato i martiri delle foibe, abbiamo ricordato l’esodo dei  350.000 giuliani, fiumani e dalmati, ci siamo commossi alle testimonianze di alcuni nostri “veci” che con voce commossa, hanno testimoniato la loro esperienza drammatica, familiare, d’innanzi ad un folto numero di pseudo politici-amministratori, di molti svogliati-studenti, qualche giornalista in cerca di scoop, cineoperatori con tanto di macchina da ripresa il più delle volte senza  la pellicola interna.

PROGETTI CHE SOSTENIAMO

Presentato il progetto: “Europa In Tavola”

PROGETTO EUROPA IN TAVOLA  
Rottanuova propone un progetto con una duplice finalità: formazione sul campo e creazione di nuovi posti di lavoro.
I proventi sulle vendite di questi oggetti saranno assegnati interamente allo sviluppo del progetto che Rottanuova con risolutezza persegue: la progettazione e la realizzazione di strutture che riescano ad autofinanziarsi, generando, così, nuova occupazione.
 

Europa in tavola

 

Pagine